In un periodo di profondo travaglio interiore, ho avuto la fortuna di incontrare il Maestro Virgil e di conoscere grazie a lui uno degli strumenti di crescita personale e spirituale più validi che io abbia utilizzato: l'hatha yoga. Ho imparato l'importanza della disciplina in un percorso spirituale e come l'hatha yoga insegni a utilizzare il proprio corpo per calmare la "scimmia nella testa". Grazie all'hatha yoga si affina la percezione sensoriale, imparando ad ascoltare il proprio corpo, rallentando le onde della mente e quindi il flusso di pensieri del nostro dialogo interiore. Così si recuperano le energie che normalmente si disperdono in pensieri associativi frutto di una "sbagliata programmazione mentale" e in emozioni indotte dal nostro dialogo interiore. L'hatha yoga può tutto questo... calmare la mente, acquietare le emozioni inferiori e riportare l'attenzione al nostro fulcro Divino.. il vero Sé. Per chi non fosse interessato all'aspetto spirituale si può oggettivamente riconoscere che chi pratica yoga mantiene il proprio corpo fisico in condizioni di elevata efficienza consentendo il flusso energetico anche scientificamente dimostrato.

P. A. | Fermo,
http://