Home » Articoli » “Sono stato nel luogo più silente della Terra”: La storia di un inglese che ha rinunciato a udire

“Sono stato nel luogo più silente della Terra”: La storia di un inglese che ha rinunciato a udire

maggio 31st, 2012 Posted in Articoli, Corsi Yoga
Tutti cercano un momento di silenzio e di tranquillità. Un inglese ha portato all'estremo questo desiderio e per 45 minuti ha vissuto un'esperienza che si è trasformata in un record mondiale. George Michelson Foy è il nome dell'inglese che ha resistito per più tempo nella stanza che assorbe tutti i suoni. Si è recato nei Laboratori Orfield, dove si trova l'unica stanza al mondo che, con la sua capacità di assorbire il 99,99% dei rumori esterni, è del tutto isolata acusticamente.   Fino a quel momento nessuno era riuscito a resistere più di 15 minuti in quella stanza. Un violinista ne è addirittura uscito dopo soli pochi secondi, colto da una paura estrema.   La sensazione che si vive là dentro è assolutamente speciale. La stanza è buia e piccola, gli unici suoni udibili sono quelli emessi dal proprio corpo.   Riportiamo degli stralci dell'esperienza raccontata da George Michelson Foy al quotidiano britannico The Guardian.   “Tutto è cominciato mentre mi trovavo in una stazione della metropolitana di New York. I miei bambini piangevano e si lamentavano, quattro treni stavano arrivando simultaneamente provocando un rumore assordante, era un rumore difficile da sopportare e mi sono coperto le orecchie con le mani.”   Prima di approdare ai Laboratori Orfield, aveva provato persino una miniera situata 2 km sotto terra.   “Nelle città, il rumore degli aerei, delle automobili, delle attrezzature da lavoro, delle voci, sono parte integrante della vita di ognuno. Non c'è modo di sfuggire e io cominciavo a pensare che sarei impazzito.”   “Nel tentativo di riconquistare un po' di pace decisi di andare alla ricerca del luogo più tranquillo della terra, per scoprire se il silenzio assoluto esiste. Prima sono andato in un monastero dell'Ordine Cistercense, poi in una capanna sudatoria degli Indiani d'America e poi in una miniera situata 2 km di profondità. Erano tutti posti tranquillizzanti, ma in nessuno c'era un silenzio di tomba.”   “Il posto che mi ha emozionato più di tutti è stato una stanza anecoica, priva di eco, nel Minnesota, presso i Laboratori Orfield. Si tratta di una piccola stanza completamente isolata con strati di cemento armato e acciaio che bloccano qualsiasi suono proveniente dall'esterno, e internamente è tappezzata di una spugna specificamente concepita per assorbire tutti i suoni. Persino il pavimento è sospeso e modificato per assorbire il suono dei passi.”   “Se un sussurro misura 20 decibel, all'interno di quella stanza è 16 volte più ridotto. Questa stanza è iscritta nel libro dei record come il posto più tranquillo sulla Terra. Assorbe il 99,99% dei suoni.”   “Ironicamente, molta gente pensa che il silenzio totale sia fastidioso. Se le persone vengono isolate dai rassicuranti suoni comuni con cui convivono, possono spaventarsi e questo spiega perché la privazione sensoriale è una forma di tortura. Gli astronauti si preparano in stanze simili per potersi abituare al silenzio dello spazio.”   Nonostante fosse stato messo in guardia da possibili disturbi come nausea o allucinazioni, ha resistito 45 minuti in quella stanza:   “Avevo sentito che rimanere più di 15 minuti in una stanza del genere può potenzialmente causare sintomi estremi, dalla claustrofobia alla nausea, agli attacchi di panico o addirittura allucinazioni uditive. A volte, si può avere l'impressione di sentire qualcosa. Un violinista ha provato a restare dentro ma ha bussato alla porta dopo pochi secondi per uscire perchè turbato dal silenzio.”   “Ho programmato una sessione di 45 minuti, nessuno era mai riuscito a stare così tanto tempo all'interno di quella stanza. Ero un po' nervoso per due motivi: sarei impazzito e mi sarei strappato gli abiti di dosso? Oppure sarei rimasto deluso perché non era come me lo aspettavo?”   I 45 minuti vissuti nella stanza buia sono stati un'esperienza unica e il protagonista li racconta nei minimi particolari:   “Quando la massiccia porta si è chiusa dietro di me, sono entrato nell'oscurità (le luci possono emettere dei rumori). Essendo un luogo così tacito, per pochi secondi ho provato una sorta di Nirvana ed è stato un balsamo per i miei nervi. Mi sforzavo di sentire qualcosa, ma non sentivo niente.”   “Poi, dopo uno o due minuti, ho cominciato ad essere cosciente dei suoni da me stesso emessi, come quello della respirazione, che quindi, ho trattenuto. Ho iniziato a sentire chiaramente anche i battiti sordi del cuore, ma in questo caso non potevo farci niente. Dopo alcuni minuti, potevo sentire lo scorrere del sangue nelle vene. Le orecchie diventano molto più sensibili quando non c'è alcun suono nei paraggi, le mie lo erano al massimo. Ho aggrottato la fronte e ho potuto sentire il cuoio capelluto scorrere sul cranio, è una sorta di stridore metallico che non so spiegare e che mi ha fatto rabbrividire. Ero forse in preda alle allucinazioni?”   “La sensazione di totale silenzio era rovinata, disturbata, non esiste un luogo veramente silente. Devi essere morto per raggiungere il silenzio totale. Quando però ho smesso di essere ossessionato dai rumori prodotti dal mio corpo, è cominciato a piacermi. Non ho avuto paura e sono uscito dalla stanza solo perché il tempo che avevo riservato era finito. Tutti erano impressionati perché avevo battuto il record di permanenza in quella stanza. Quando sono uscito mi sono sentito estremamente rilassato e calmo.”   “Il desiderio di trovare tranquillità ha cambiato la mia vita. Ho scoperto che trovare lo spazio per dei momenti di silenzio durante la giornata, è la chiave della felicità. Quei momenti ti danno la possibilità di pensare a quello che vuoi nella vita e a come concentrarti meglio sulle cose importanti. Come puoi realmente focalizzarti su ciò che è importante se sei continuamente distratto dai rumori di sottofondo?”   http://www.guardian.co.uk/lifeandstyle/2012/may/18/experience-quietest-place-on-earth http://ro.stiri.yahoo.com/am-fost-cel-mai-tacut-loc-pe-pamant-082600387.html  
Print Friendly