Home » Spiritualità » La visione di Dio secondo 15 Saggi e Liberati

La visione di Dio secondo 15 Saggi e Liberati

maggio 17th, 2010 Posted in Spiritualità
I - Swami Sri Yukteswar

Il Padre Eterno, lo Spirito, Dio, è la sola sostanza reale, è eterno, assoluto, senza inizio né fine.

E' l'Essere unico e indivisibile.

In Esso è l'origine di tutta la conoscenza, di tutto l'amore; l'origine di tutto il potere e di tutta la gioia.

Da "La Scienza Sacra"

II - Paramahansa Yogananda

Dio è al di là della comprensione della mente e dell'intelletto.

L'incommensurabile senza origine è Dio. Onnipresente nei tratti più remoti dello spazio, Egli è nelle stelle lontane, e in voi, e in me; ed Egli è cosciente, in ogni istante, di ogni luogo in cui Egli è.

Dio non è la mente,: Egli l'ha creata ed è al di là di essa, Dio è la Divina Coscienza, la Divina Gioia, la Divina Esistenza.

Da "L'Eterna Ricerca dell'Uomo"

III - Sri Nisargadatta Maharaj

Nel Suo stato di perfezione, di totale Consapevolezza è consapevole della sua consapevolezza.

Poi la pura coscienza vibra nel Om, e la creazione sogno comincia.

E' conscio di essere ed esulta in questa esistenza.

Immerso nell'amore dell'Io Sono esprime se stesso nella dualità.

Nello spazio-tempo si manifesta come fenomeno, creando milioni di forme, soffiando in essi la forza vitale e l'onnipervadente immanente coscienza.

Attraverso queste forme, in gioioso amore di sé, la coscienza funziona come pura Consapevolezza.

Da "Nessuno Nasce, Nessuno Muore"

IV - Ramesh S. Balsekar

Nessuna. Non c'è differenza. Sono solo nomi. Assoluto, Nirvana, Dio, Soggetto Eterno, Consapevolezza, ....... comunque tu voglia chiamarlo, Tutto ciò che è, è Quello. Il nome è irrilevante.

Da "La Coscienza Parla"

V - Sri Ramana Maharshi

Colui che vede Dio senza vedere il , vede solo un'immagine mentale. Chi vede il , dopo aver perduto completamente l'ego, trova Dio; perché il non è altro che Dio.

Quello in cui sono tutti questi mondi, del quale sono, da cui nascono, per cui esistono, per mezzo del quale vengono in essere, e che essi realmente sono, Quello è l'Esistenza-Realtà, la Verità.

Da "L'Insegnamento di Sri Ramana M."

VI - Sri Aurobindo

Il Divino è il che è dentro e dietro ogni cosa ed essere, è lo Spirito che è il nostro Maestro interiore, è l'Essere Trascendente, che è tutto beatitudine e luce.

Da "Lettere sullo Yoga"

VII - Sri Krishna

E' dentro e fuori di ogni essere. E' immobile e tuttavia mobile. E' inconoscibile per la sua sottigliezza. E' lontano e tuttavia vicino. E' indiviso eppure appare diviso.

Deve essere conosciuto come il Creatore, il Preservatore e il Trasformatore di tutti gli esseri.

In verità è la Luce delle luci, è oltre l'oscurità, è il Soggetto, è l'Oggetto della conoscenza, è la Conoscenza stessa.

Da "Bhagavad-Gita, il Canto del Beato"

VIII - Buddha

Interrompi la corrente del fiume con energia oh Arhat (Degno), disperdi le brame! Quando avrai compreso la distruzione degli elementi dell'esistenza, riconoscerai Ciò Che Non E' Stato Creato.

Da "Buddha la Via per la Saggezza"

IX - Milarepa

Oh Signore Compassionevole Che Non Muta, benedici il mendicante perché, nel deserto raggiunga la perfezione.

Da "Vita di Milarepa"

X - Lao Tse

Il Tao è al di là delle parole, è al di là della comprensione, è la sottile meraviglia nell'oscurità misteriosa.

Il Tao è immortale, la misteriosa e fertile Madre di noi tutti, del cielo e della terra, di ogni cosa e di niente.

Il Tao è invisibile e tuttavia onnipresente, guardato ma non visto, udito ma non ascoltato, toccato ma non afferrato, il Divino è unità con il Tao, l'unità con il Tao è libertà dal dolore, è indescrivibile piacere, è vita eterna.

Da "Tao Te Ching"

XI - Brahmarishi Vasishtha

Tutto è Brahman.

Cosa devo fare? Dove devo andare? Cosa devo realizzare? A cosa devo rinunciare? Come l'acqua del diluvio, soltanto il è ovunque e tutto esiste come . Io esisto nel come il .

Il conoscitore, la conoscenza e il conosciuto non sono differenti dalla Coscienza. La differenza fra dualità e non dualità è assurda come le corna della lepre. Il supremo Brahman, la cui natura è beatitudine non duale, concepisce la dualità mediante il suo potere di Maya. Maya e i suoi effetti (i fenomeni) sono illusori e inesistenti se vengono visti come qualcosa di distinto da Brahman, poiché Brahman è non duale e solo Lui può esistere realmente. Se invece vengono visti come tutt'uno con Brahman, anche in questo caso non esistono, proprio per il fatto che solo Brahman esiste realmente.

Da "Storie dello Yoga Vasishtha"

XII - Sri RamaKrishna

Dio è uno, ma i Suoi nomi e i Suoi aspetti sono innumerevoli.

Dio dice: Io sono il rettile che morde e l'incantatore di serpenti che guarisce il morso.

Dio solo è il Guru e il Maestro dell'universo.

Dio è l'Assoluto e contemporaneamente è la Lila.

Conosci te stesso, e allora conoscerai Dio.

Dio è senza forma e altresì con forma, e anche al di là di tutto questo.

Egli solo sa che cosa è.

Da "Alla Ricerca di DIO"

XIII - Padre Pio

Perché ringrazi me, ringrazia il Padrone.

Per chi ama, cielo e terra si uniscono.

Il Signore è presente a ognuno.

Da "Padre Pio, un Santo tra Noi"

XIV - San Francesco di Assisi

Perché Iddio è colui che apre la bocca ai mutoli, et le lingue de' semplici sapientissimamente fa parlare.

Questo è quello onde io reputo così gran tesoro, ove per industria humana nulla cosa è apparecchiata, ma tutto quello che c'è, è apparecchiato dalla provvidenzia di Dio, come manifestamente si vede nel pane mendicato, nella mensa di pietra et nella fonte tanto rilucente.

Da "I Fioretti di San Francesco"

XV - Gesù Cristo

Padre Nostro che sei nei cieli ...

Battezzateli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.

Ti benedico o Padre, Signore del cielo e della terra, ..... tutto mi è stato dato dal Padre mio, Nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare.

Da "Il Vangelo secondo Matteo"

Dio

Su Se Stesso, "Antico Testamento"

Io sono Colui Che Sono

Print Friendly