Home » Articoli » E' bene sapere » L’influenza occulta del denaro

L’influenza occulta del denaro

aprile 22nd, 2010 Posted in E' bene sapere
Pietre preziose, metalli, banconote, assegni bancari, ecc. sono le varie forme che il denaro assume di volta in volta e che portano con sé una vera e propria energia passionale. Il magnetismo di tale energia agisce su di noi già solo nel momento stesso in cui tocchiamo il denaro con le mani e può essere talmente forte che spesso gli uomini ricchi, abituati a maneggiare grosse cifre e disporne come vogliono, se rimangono senza, hanno reazioni simili a quelle di un tossicodipendente in crisi di astinenza.  influenza-occulta-del-denaro_euroI meccanismi che regolano l’influenza reciproca tra la psiche e l’energia passionale di cui parliamo sono senz’altro complessi. Per cercare di  comprendere gli aspetti occulti legati al denaro e ai suoi effetti sottili dobbiamo innanzitutto esaminare l’equivalenza soldi-argento. L’argento è in risonanza con le energie lunari e di qui l’instabilità che caratterizza la moneta. L’oro, al contrario, in risonanza con le energie solari, conferisce forza e stabilità.  In base a una serie di caratteristiche specifiche possiamo schematicamente dividere il denaro in tre categorie: DENARO DEMONIACO, DENARO SATANICO E DENARO VENUSIANO. Il DENARO DEMONIACO è così definito in quanto ricchezza del demone sotterraneo. In un certo senso l’uomo vende al mondo demoniaco parte della propria vitalità -esponendosi così al rischio di malattie e di una ridotta capacità di gioire- in cambio di denaro (è noto a tutti il fatto che molte famiglie a capo di veri e propri imperi finanziari, abbiano pagato con la salute e con una vita piena di tragedie).  3008-003093Un esempio esemplificativo di questo concetto è quello delle coppie formate da una giovane donna e un uomo maturo in cui quest’ultimo “regala”  frequentemente gioielli a lei. Apparentemente l’uomo non riceve nulla in cambio ma in realtà ottiene vitalità (“succhiandola” a lei in una forma di vampirismo energetico), sottomissione ed erotismo, e tutto questo anche se le persone coinvolte non se ne rendono conto. E’ un sottile processo di osmosi. Vale sempre la pena ricordare a questo proposito che non esistono transazioni a senso unico, è la legge universale dell’azione e della reazione, è perciò fondamentale fare sempre attenzione al denaro che si riceve “per niente” (come abbiamo visto è solo apparentemente “per niente”) poiché crea legami invisibili e insidiosi. Ci riferiamo anche al denaro o ai beni ricevuti in eredità che veicolano la psiche del defunto della quale chi eredita corre il rischio di impregnarsi, nel bene e nel male.  Questo tipo di denaro è quello comune, collegato al subconscio e rappresenta una sorta di nutrimento per gli istinti e il desiderio. Chi non è estraneo al sistema yoga e al modo in cui le energie sottili operano, sa già che tutti i desideri  hanno un’origine erotica (non a caso il Dio greco Eros era il Dio del desiderio) e il centro di forza che li controlla è SWADHISTANA CHAKRA ossia quello che presiede appunto alla sfera erotica.  Il legame denaro-erotismo è testimoniato e rappresentato in India anche da Lakshmi, la divinità del denaro e dell'erotismo al contempo.  Sappiamo quanto i desideri possano incatenare e rendere schiavi e vittime di circoli viziosi in cui subito dopo l’appagamento di un desiderio ne nasce un altro e poi ancora un altro e così via. Lo sanno bene anche gli esperti pubblicitari che sfruttano questa debolezza, creano mondi di illusioni e hanno la capacità non solo individuare i desideri delle masse ma anche risvegliarne sempre di nuovi. Certamente, essendo la sua sfera d’azione quella materiale della terra, il denaro demoniaco ha un potere meno efficace nel limitare l’evoluzione della coscienza e della spiritualità umana ma riesce comunque a rendere gli uomini schiavi, almeno finché essi non prendono coscienza del meccanismo che sottende. Denaro bruciaIl DENARO SATANICO è di gran lunga più pericoloso,  è quello delle speculazioni, quello invisibile della Borsa. Dietro a questo cosiddetto “gioco” ci sono vere e proprie organizzazioni internazionali occulte e chiunque segua un cammino spirituale autentico o che semplicemente voglia portare avanti la vita con buon senso e saggezza dovrebbe opporsi ad esso perché, oltre a squilibrare l’economia, provoca veri e propri flagelli ai danni del pianeta e dell’umanità: sfruttamento irrazionale del suolo, distruzione della natura, guerre, crimini, ecc. Il denaro satanico induce ad azioni, comportamenti e scelte che a lunga scadenza portano solo distruzione e, amplificando al massimo il materialismo e il cinismo, impedisce l’evoluzione umana sul piano spirituale e della coscienza. Il DENARO VENUSIANO infine è in risonanza con Venere. Il mare e la donna erotica sono i suoi simboli. Volatilità e fluidità ne sono le caratteristiche principali è quindi difficile fare previsioni. Veicola il magnetismo umano e una certa forza vitale. Il segno che lo domina fa la differenza: quando è sotto il segno del sole e quindi dell’oro è foriero di gioia, serenità e sentimento di sicurezza. Sotto il segno dell'argento e della luna porta, proprio come il mare, il flusso e il riflusso delle passioni contrarie (per esempio amore-odio) e i cambiamenti transitori. Sotto il segno dei gioielli, svela il mistero dell'eterno femminino e il segreto della vita. Al contrario di quello che succede nell’attuale società, è questo tipo di denaro che si dovrebbe incrementare e non quello satanico. La concretizzazione delle energie sottili avviene quando il denaro è investito in uno scopo veramente benefico o spirituale. Un iniziato però sa - ancor prima che il denaro sia investito - attraverso la pressione psichica che quel denaro esercita sul proprietario, se si tratta veramente di intenzioni pulite o se le sue azioni non mascherano una cupidigia esacerbata. Prendere coscienza dei meccanismi descritti e del potere occulto esercitato dal denaro sulle nostre vite ci aiuta a spezzare le catene che ci rendono suoi schiavi, a limitare la sua influenza negativa e ad avere un rapporto più sano, equilibrato e distaccato con la ricchezza materiale.
Print Friendly