fbpx

Il sogno nella notte di Natale

Il sogno nella notte di Natale

Ho fatto un sogno nella notte di Natale. Camminavo sulla spiaggia ed il Signore camminava accanto a me. I nostri passi si univano sulla sabbia lasciando una doppia traccia, una era mia, l’altra era Sua. Allora mi è balenata l’idea che ognuno dei nostri passi rappresentasse un giorno della mia vita.

Mi sono fermato per guardare indietro e ho rivisto tutti i passi che si perdevano in lontananza. Però ho osservato che in alcuni posti, invece di due tracce ne era rimasta una sola; ho rivisto il film della mia vita. Che sorpresa! I luoghi in cui si vedeva una sola traccia corrispondevano ai giorni più bui; I giorni del turbamento e della cattiva volontà; I giorni dell’egoismo e della cattiva disposizione; I giorni delle prove e del dubbio; I giorni insopportabili; I giorni in cui anch’io ero arrivato ad essere insopportabile.

E allora, voltandomi verso il Signore, ho osato rimproverargli: “Comunque, ci avevi promesso che saresti stato con noi tutti i giorni! Perché mi hai lasciato solo nei momenti più difficili della mia vita? Nei giorni in cui avevo più bisogno di Te?” E il Signore mi ha risposto: “Mio caro, i giorni in cui hai visto una sola traccia di passi sulla sabbia, sono i giorni in cui ti ho portato sulle braccia.”

Ademar Barros (poeta brasiliano)