Home » Archive by category 'Spiritualità'

La qualità della mente

maggio 7th, 2013 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail

Tutte le azioni dipendono dalla qualità della mente e dalla relativa percezione del mondo. Tanto premesso, ci rivolgiamo ai testi fondamentali dello Yoga sulla creazione del mondo e sulle modalità di evoluzione dell’essere umano: tutti parlano dei GUNA considerandoli elementi fondamentali per la comprensione e la spiegazione delle verità profonde. Nella concezione Yoga, esistono due principi eterni: PURUSHA, il Principio cosciente, spirituale e  PRAKRITI, il Principio incosciente, materiale-energetico; quest'ultimo rappresenta l’origine sottile, non manifesta e intangibile di ciò che diventerà la materia fisica, i suoi attributi sono proprio i 3 GUNA di cui parlavamo e che sono:

-SATTVA, la forza dell’equilibrio che include bontà, armonia, luminosità, purezza, leggerezza; genera il piacere raffinato e la libertà.

-RAJAS, la forza del moto che include attività, energia, sforzo, passione; provoca il dolore, l’agitazione, la lotta.

-TAMAS, la forza dell’inerzia che include oscurità, ignoranza, incapacità, impotenza, incoscienza; provoca il degrado, la degenerazione, lo stato larvale.

Leggi tutto »

Il cuore spirituale

marzo 19th, 2013 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail

“Sono contento che possiamo ritirarci da tutta questa agitazione quando lo vogliamo, per ritrovarci nel Cuore Spirituale, nell’Amore Celeste, non tanto per tranquillizzarci, ricaricarci energeticamente, essere ricompensati, ma quanto per trovare la Forza Divina con la quale possiamo trasformare tutto in noi e attorno a noi”. R.W.Emerson Leggi tutto »

Le leggi Universali della Manifestazione – Le leggi Ermetiche

novembre 23rd, 2012 Posted in Spiritualità
thumbnail

Ermete Trismegisto è stato un leggendario alchimista di Alessandria, spesso rappresentato con un tridente che rappresenta i raggi della sua illuminazione, altre volte con un globo che rappresenta il controllo sul mondo. Il termine greco riguardo Eermete, Trismegisto, significa Tre volte il grande. Ermete Trismegisto è stato identificato al Dio Thot degli egizi, Ermete per i greci e Mercurio per i romani. È considerato l'inventore della parola scritta e del linguaggio, della magia, dell'astronomia, e dell'alchimia. Leggi tutto »

Dov’è finito lo Yoga

Sri AurobindoAi nostri giorni i futuri praticanti Yoga vengono attirati da persone senza scrupoli autoproclamatesi “maestri di Yoga”. Nella nostra società moderna, ai nostri tempi, chi cerca lo Yoga viene attratto non con l'insegnamento autentico di questa disciplina basata sui testi sacri, non con l'insegnamento di Patanjali, di Sankara, di Shivananda, Vivekananda o Babaji, non viene attratto con l'ascesi quasi incredibile di Milarepa, non viene attratto con l'imponente e vasta cultura yogica.

The Love GuruColoro che cercano nello Yoga una via per migliorare se stessi vengono attratti con proposte allettanti e leggere, con sorrisi smaglianti e forzati, quasi da ebeti, vengono attratti con tappetini soffici e colorati, con infusi e tè da gustare a luci soffuse durante le cosiddette lezioni.

Lo Yoga viene illustrato in maniera molto diplomatica, quasi politica, senza mettere mai l'accento sulla necessità di una pratica costante e perseverante da parte del praticante stesso, ma evidenziando solo i benefici che quest'ultimo può ottenere. Al neofita viene fatto credere di non dover fare quasi niente, gli viene fatto credere che tutto accadrà da sé o tramite la “grazia” delle persone che lo accolgono. Basti pensare agli spot pubblicitari di certe “scuole” caratterizzati da slogan spesso sdolcinati del tipo: “Vieni a trovarci, al resto pensiamo noi” oppure “vestiti comodo, lascia le scarpe all'ingresso e una volta dentro pensiamo noi a farti rilassare”. Ecco che lo Yoga è presentato nel modo meno ascetico possibile e si trasforma così da via spirituale e sentiero arduo che consente il miglioramento di se stessi e lo sviluppo della coscienza tramite una pratica sostenuta, in un banale passatempo, in una serata di relax ammorbidita da bastoncini profumati e luci colorate.

Certo bisogna considerare che questo tipo di offerta esiste solo in risposta a una grandissima richiesta simile e, come tutto il resto, neanche lo Yoga sfugge a quelle persone dallo spirito imprenditoriale che, pur di ottenere un guadagno, non esitano a trasformare una scienza millenaria come lo Yoga in una pratica bizzarra e ridicola cucita su misura del cliente. Lo Yoga, ai nostri giorni, non si apprende più con devozione da un Maestro realizzato, ma semplicemente lo si compra alla stregua di un prodotto ed è quindi normale che anche l'acquirente vi si rapporti come farebbe con un qualsiasi altro prodotto, ossia cercando l'offerta più allettante. E' la conseguenza della pigrizia delle persone che pensano di poter ottenere la massima resa col minimo sforzo, ignorando che nello Yoga, come in qualunque altro sentiero spirituale autentico, i risultati sono sempre direttamente proporzionali alla pratica e che l'intero universo è governato da leggi precise, basate sull'equilibrio. Leggi tutto »

La volontà personale e la volontà divina

dicembre 5th, 2011 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail
Alla voce “Volontà”, nel dizionario della lingua italiana troviamo la seguente definizione: "la capacità di una persona di raggiungere con determinazione un obbiettivo proposto, senza lasciarsi condizionare da fattori esterni". Aggiungiamo a questa definizione che, dal punto di vista della funzionalità cerebrale, la volontà può essere distinta in tre principali atteggiamenti: Conscio, Subconscio e Inconscio che corrispondono rispettivamente agli emisferi cerebrali superiori, al talamo e ipotalamo e al sistema sottocorticale basale (1). Leggi tutto »

Il pellegrino russo

giugno 21st, 2011 Posted in Spiritualità
thumbnail
l “Racconti di un pellegrino russo” è un libro pubblicato per la prima volta a Kazan' nel 1881. In breve tempo è diventato uno dei libri moderni sulla tradizione ortodossa più letti in Europa. Il racconto, espresso in prima persona, inizia con una frase che il nostro pellegrino, uomo di fede nato in una famiglia benestante e caduto in miseria a causa dell’invidia di suo fratello, ascoltò in un'omelia la “ventiquattresima domenica dopo la Trinità”, tratta dalla prima epistola dell’apostolo Paolo ai Tessalonicesi: “Pregate senza posa". Leggi tutto »

In cerca di Dio

giugno 21st, 2011 Posted in Spiritualità
thumbnail
“Bene” disse il controllore guardando Ramdas “posso sapere perché state viaggiando in questo modo?” “In cerca di Dio” fu la sua semplice risposta. “Dicono che Dio sia ovunque” continuò il controllore “allora a che serve il vostro andare in cerca di Lui se Egli è nello stesso luogo in cui avete iniziato la ricerca, come dite voi?” “Giusto fratello” rispose Ramdas “Dio è ovunque, ma Egli vuole che proviamo di fatto questa verità, andando dappertutto e realizzando la Sua presenza in ogni luogo”. “Bene, allora”, continuò il controllore, “se scoprite Dio ovunque dovreste vederLo anche qui, in questo posto, dove siete adesso”. “Certamente, fratello”, replicò Ramdas, “Egli è qui, nello stesso luogo in cui siamo noi”. “Potete dirmi dov'è?”, chiese il controllore. “Guardate, Egli è qui di fronte a me!” esclamò Ramdas pieno d'ardore. “Dove, dove?”, gridò il controllore impaziente. “Qui, qui” rispose Ramdas sorridendo, e diede un colpetto sull'ampio petto del controllore. “Nell'alta figura che mi sta di fronte, cioè in voi, Ramdas vede chiaramente Dio che è ovunque”. Leggi tutto »

Come riconoscere un essere Spiritualmente Illuminato

febbraio 3rd, 2011 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail
In questa seconda parte approfondiamo lo studio sul processo misterioso di Illuminazione Spirituale. In particolare cercheremo di presentare i complessi fenomeni che appaiono nel caso del risveglio alla Luce Divina. Un ricercatore quando studia l’Illuminazione Spirituale spesso si confronta con un primo ostacolo che è dato dall’esatta definizione di ciò che in realtà sia un essere umano Spiritualmente Illuminato, per poter poi selezionare le testimonianze o le persone che verranno studiate. Leggi tutto »

Risveglio al mondo Divino

gennaio 13th, 2011 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail
Gli esseri umani che si trovano su una via spirituale autentica hanno come obiettivo principale quello di aspirare a ricongiungersi con la propria Natura Divina, il proprio Sé Immortale. Nel corso degli anni ci sono stati uomini che hanno raggiunto spontaneamente lo Stato di Illuminazione Spirituale, grazie all’infinita misericordia di Dio. Ne riportiamo ora alcuni esempi: Leggi tutto »

Il Samadhi – Lo stato di sovracoscienza Divina

dicembre 23rd, 2010 Posted in Conoscere se stessi
“Satori” nella pratica zen, “Nirvana” nel buddismo, “divinizzazione” nel cristianesimo e “Samadhi” nello yoga: definizioni diverse per descrivere lo stesso stato glorioso, quella meta ultima, a cui si aspira in tutte le vie spirituali autentiche. Si tratta di uno stato elevato di coscienza che santi e saggi di ogni epoca, di ogni latitudine e di ogni cammino spirituale hanno vissuto e tutti loro concordano nell'affermare che  non è possibile descriverlo ma che lo si può soltanto sperimentarlo personalmente. Leggi tutto »

Le 7 tappe dell’evoluzione individuale

novembre 25th, 2010 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail
L’evoluzione dell’essere umano si sviluppa in diverse tappe, ognuna delle quali ha delle caratteristiche più o meno distintive. La piena conoscenza di tali “gradini” che conducono l’aspirante alla liberazione ultima, può essere di notevole aiuto nel momento in cui esso viene sottoposto alle cosiddette “prove spirituali”. Di seguito, verranno illustrate, in una modalità pressoché schematica e il più possibile chiara, le 7 tappe che conducono l’essere umano alla liberazione ultima. Leggi tutto »

Le nostre scelte condizionano il nostro destino

luglio 27th, 2010 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail

Nell'esistenza umana ogni essere creato deve procedere, dalla nascita fino alla morte, su un percorso prestabilito, un percorso chiamato destino. Generalmente, l'uomo comune è schiavo del proprio destino e subisce gli eventi della propria vita piuttosto che controllarli e dirigerli nella direzione da lui desiderata. Per capire meglio questa situazione, immaginiamo una persona che vuole attraversare a nuoto un fiume. Il fiume in questo caso rappresenta il destino che scorre invariabilmente. La persona in causa ha due possibilità: Leggi tutto »

Commenti disabilitati su Le nostre scelte condizionano il nostro destino

L’arte di Vivere

luglio 26th, 2010 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail
La nostra vita si svolge secondo un certo ritmo monotono, al quale oramai non facciamo più caso. Ci svegliamo, ci rechiamo al lavoro, mangiamo, guardiamo la tv, andiamo a dormire…. Un giorno dopo l’altro, questo “ritmo” imposto dalla società moderna consuma le nostre vite, rendendoci simili a dei robot e facendoci dimenticare l’esistenza della natura gioiosa e felice dell’essere umano. Arriviamo presto a renderci conto di soffrire e, paradossalmente, ad accettare passivamente questa sofferenza. Sentiamo interiormente uno stato di oppressione, di mancanza d’aria, di mancanza di….vita. Però non ci decidiamo a fare niente per cambiare. Questo perché non sappiamo che si può vivere meglio e che la felicità si trova a portata di mano. Leggi tutto »
Commenti disabilitati su L’arte di Vivere

L’energia del perdono

giugno 3rd, 2010 Posted in Conoscere se stessi
thumbnail
A chi non è mai successo di soffrire e di attribuire a un altro essere la causa di tale sofferenza? A chi non è mai successo di etichettare come “imperdonabili” certi comportamenti altrui? E magari anche di covare un vero e proprio sentimento di vendetta e di rivincita. Succede soprattutto in amore, quando si è particolarmente sensibili e vulnerabili proprio perché, innamorati, ci si abbandona totalmente all’altro. Questa vulnerabilità, sintomo della mancanza di distacco e lucidità, espone maggiormente alla sofferenza e induce anche a provocarla nel partner. Leggi tutto »
Commenti disabilitati su L’energia del perdono

La Meditazione

maggio 17th, 2010 Posted in Spiritualità
thumbnail
La meditazione è una pratica che porta a conoscere se stessi,elimina l'agitazione mentale e le tensioni interiori. I momenti più propizi per la pratica della meditazione sono prima dell'alba e la sera, prima di addormentarsi. Tenendo conto però dei ritmi della vita moderna, possiamo dire che ogni momento è quello giusto. La durata minima di una meditazione è di 20 minuti, due volte al giorno. E' importante evitare di praticare la meditazione se si è stanchi o esausti. Leggi tutto »
Commenti disabilitati su La Meditazione